Alcuni modi di credito

Molte soluzioni sono a nostra disposizione per trovare denaro in caso di emergenza. Il credito bancario, ad esempio, è un problema abbastanza comune al giorno d’oggi. Ci dà la possibilità di prestito in base alle nostre esigenze. Il rimborso nella maggior parte dei casi è flessibile. Questo in relazione alla possibilità di pagamento di ogni persona, ma richiede informazioni precise sulla persona in questione; ancora molte scartoffie da sistemare. Un’altra soluzione, di più facile accesso, è quella di chiedere un prestito a qualcuno che conosci. È ovvio che chiedere soldi a un membro della famiglia o a un amico intimo evita lunghi protocolli. Qualsiasi decisione presa da questo tipo di prestito dipenderà solo dalla fiducia reciproca del prestatore e del mutuatario. Ma un’alternativa rivoluzionaria può essere presa anche in caso di emergenza, il banco dei pegni. Si tratta di un prestito a fronte del deposito di beni a garanzia e che viene comunque formalizzato da un contratto. Il valore del prestito è limitato ad un massimo del 70% dell’immobile.

 

Cos’è un banco dei pegni?

È il codice monetario e finanziario che regola il banco dei pegni in Francia. Il prestito di una somma senza pegno spesso richiede molte informazioni sulla persona che ha bisogno di denaro ma anche una condizione di risorse per evitare problemi di rimborso. Mentre questa alternativa garantisce il pagamento di una somma che può essere fatta subito dopo il deposito del bene senza richiedere molto tempo.  La somma prestata è normalmente inferiore al pegno a causa dell’interesse del prestatore. Oltre a questa velocità, il banco dei pegni ci avvantaggia il recupero dell’oggetto che serviva da garanzia entro un determinato periodo di tempo che va da sei mesi a un anno. Quindi, in caso di possibilità di rimborso, il bene sarà venduto all’asta.  Il Pawnbroking è una soluzione più veloce, più facile e più efficiente in caso di emergenza.

 

Quale agente di pegno scegliere per il vostro prestito?

Questo tipo di prestito può avvenire tra privati, ma anche con un istituto. Infatti, se non si sa a quale prestatore rivolgersi, si corre il rischio di perdere il bene molto rapidamente. È spesso il caso del banco dei pegni tra privati che a volte vengono effettuati senza contratto. Allora è più prudente rivolgersi a istituzioni specializzate.

Questi ultimi hanno un’autorizzazione governativa per poter svolgere questa attività. Ma le autorità effettuano anche controlli regolari sul lavoro che svolgono. Per la valutazione della garanzia, un esperto è a disposizione del mutuatario. La sicurezza del banco dei pegni garantisce il recupero dei beni.